Werner Heisenberg

La Fisica delle particelle elementari

HOME PAGE

I LEPTONI

I QUARK

I COLORI

LE INTERAZIONI

 LA SCHERMATURA

IL MASCHERAMENTO

LA SIMMETRIA ELETTRODEBOLE

L'UNIFICAZIONE

 CONCLUSIONI

GLOSSARIO

BIBLIOGRAFIA

LINKS

FORUM

Indice Breve Storia della fisica delle particelle 

Enrico Fermi

.

Particelle e Cosmologia

 

Il Tevatron del Fermilab

 

oltre la teoria standard:

 

C'è un limite alla comprensione?

 


Le Scienze on line

Galileo - giornale di scienza e problemi globali


 

Large Hadron Collider

 

E-mail

 

 

 

La Fisica delle particelle elementari

WERNER HEISENBERG

Heisenberg, Werner (Würzburg 1901 - Monaco 1976), fisico tedesco. Studiò all'Università di Monaco e nel 1923 divenne assistente del fisico anglo-tedesco Max Born presso l'Università di Gottinga; dal 1924 al 1927 ricevette una borsa di studio dalla Rockfeller Foundation per specializzarsi con Niels Bohr presso l'Università di Copenaghen. Nel 1927 ottenne l'incarico di professore di fisica teorica all'Università di Lipsia e fu successivamente professore presso le università di Berlino (1941-1945), Gottinga (1946-1958) e Monaco (1958-1976). Nel 1941 divenne direttore dell'Istituto Kaiser Wilhelm per la fisica (che nel 1946 prese il nome di Istituto Max Planck). Heisenberg fu sospettato di aver collaborato con le autorità del governo nazionalsocialista tedesco e venne pertanto tenuto prigioniero in Gran Bretagna per un certo periodo di tempo alla fine della seconda guerra mondiale.

Fu uno dei più grandi fisici teorici e fornì il suo contributo più rilevante alla teoria della struttura atomica. Nel 1925 elaborò una formulazione della meccanica quantistica denominata "meccanica delle matrici", che si fonda sulle frequenze e sulle ampiezze delle radiazioni assorbite ed emesse dall'atomo nel corso delle transizioni tra i livelli energetici del sistema atomico. Il principio di indeterminazione di Heisenberg, secondo cui è impossibile determinare con la medesima precisione la posizione e la velocità di una particella, ebbe un ruolo importantissimo per gli sviluppi della meccanica quantistica e per il pensiero filosofico moderno. Fu insignito nel 1932 del premio Nobel per la fisica. Tra i suoi numerosi scritti ricordiamo: Principi fisici della teoria quantistica (1930), Raggi cosmici (1946), Fisica e filosofia (1958), e Introduzione alla teoria unificata delle particelle elementari (1967).

Werner Heisenberg by A.I.F.


a cura di Pio Passalacqua 

 

Enrico Fermi   |   Richard Feynman   |   Murray Gell-Mann   |   Sheldon Lee Glashow   |   Werner Heisenberg   |   Ettore Majorana   |   Wolfgang Pauli   |   Carlo Rubbia   |   Abdus Salam   |   Steven Weinberg   |   George Zweig   |

 

 

Werner Heisenberg

 

 Werner Heisenberg